e-letter di Chiara Scuvera

#25novembre: in tutta Italia mobilitazione per dire Basta alla violenza
Ieri nell’aula di Montecitorio hanno risuonato le voci coraggiose e forti di donne che hanno subito violenza, di donne impegnate nei centri, di donne che lottano per tutte le altre. Molto importante l’iniziativa promossa alla Camera dalla Presidente Laura Boldrini, con la partecipazione della Sottogretaria Maria Elena Boschi che ha ricordato tutto il lavoro fatto in questi anni e quello ancora da fare. Il 24 ne abbiamo parlato, qui a Pavia, con la sottosegretaria Sesa Amici, la Conferenza Provinciale Donne PD, le amiche dei Centri.

Negli ultimi 10 anni le donne uccise da fidanzati, ex partner, mariti, ex mariti e familiari sono state 1.740. Nel solo 2016, nel nostro Paese, ci sono stati 149 femminicidi e nel 2017 i numeri non sono tanto differenti. Durante la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne abbiamo detto, uomini e donne insieme, che è ora di fermare questa violazione dei diritti umani. Sotto gli occhi del Mondo la crescita della violenza di genere in India e le atrocità commesse verso le donne migranti, soprattutto quando vittime di tratta.

In questi anni il Parlamento e i nostri Governo hanno messo in campo strategia e risorse per contrastare il fenomeno, dalla ratifica della Convenzione di Istanbul (qui il link e le misure conseguenti) al nuovo piano triennale, valorizzando e sostenendo la rete dei centri antiviolenza, come luoghi di autonomia delle donne, sin dal piano straordinario. Adesso il Senato deve  approvare le norme per la tutela dei minori orfani di femminicidio e le ulteriori aggravanti sullo stalking, oltre ad uscire dalla logica della mera giustizia riparativa.
Per consentire alla vittime di denunciare con più facilità la violenza e tornare alla vita abbiamo rafforzato il Telefono unico antiviolenza il 1522.
Grazie a tutte le amiche e gli amici che in questi giorni hanno consentito di mobilitare l’opinione pubblica.

Approvate mozioni per facilitare la prevenzione vaccinale

In Aula abbiamo approvato diverse mozioni sulle iniziative per superare le criticità della normativa in materia di prevenzione vaccinale. Nello specifico con quella del Partito Democratico abbiamo impegnato il Governo a promuovere campagne di recupero dei non vaccinati tra gli adolescenti e i giovani adulti, a implementare la campagna vaccinale antinfluenzale, a rafforzare il sistema vaccinale in autorevolezza, trasparenza, indipendenza, omogeneità, capacità di ascolto e flessibilità, a migliorare le modalità d’informazione e comunicazione alla popolazione e a reperire maggiori risorse finanziarie necessarie a potenziare i centri vaccinali.

L’impegno è anche a prevedere che le risorse derivanti dalle sanzioni rimangano nella disponibilità del SSN, a rafforzare le misure utili a tutelare la salute dei soggetti deboli le cui condizioni di salute impediscono l’accesso alle vaccinazioni, a garantire l’iscrizione obbligatoria al Servizio sanitario nazionale dei minori stranieri, a rafforzare gli uffici addetti all’erogazione degli indennizzi e a rendere sempre più trasparenti le modalità di acquisto dei vaccini.

Il Governo è stato impegnato anche a promuovere progetti di vaccino-vigilanza attiva, a potenziare qualitativamente i Centri regionali di farmacovigilanza (CRFV), a monitorare le aziende produttrici di vaccini e ad adottare iniziative normative volte a prevedere la possibilità di rivalersi sulle case farmaceutiche produttrici per i danni da vaccinazione.

Qui il testo della mozione del PD

Tribunale Unificato Brevetti: più vicino l’European Patent System 

Abbiamo approvato in via definitiva, con 292 voti favorevoli, 69 contrari e 10 astenuti, la legge di Ratifica ed esecuzione del Protocollo sui privilegi e le immunità del Tribunale unificato dei brevetti. Questo protocollo risulta importante perché completa le previsioni dell’Accordo istitutivo del Tribunale Unificato Brevetti. Di fatto l’ultimo passaggio richiesto agli Stati aderenti perché l’European patent system entri a pieno titolo nell’ordinamento giuridico.

Insieme alla collega Lia Quartapelle ho presentato un ordine del giorno a mia prima firma per impegnare il Governo a proseguire la negoziazione relativa a Brexit perchè la sezione della divisione centrale originariamente prevista a Londra sia assegnata all’Italia. Il che, dopo la sfortunata vicenda EMA, rappresenterebbe una leva di coesione tra nord e sud Europa.

Qui il testo della legge
Qui il dossier della Camera
Qui la mia dichiarazione di voto
Qui il testo dell’Ordine del Giorno

Nessuno sconto per i crimini di Guerra

Abbiamo dato il via libera definitivo, con 385 voti favorevoli e 2 astenuti, anche alla legge di ratifica ed esecuzione dell’emendamento all’articolo 124 dello Statuto istitutivo della Corte penale internazionale, facendo venire meno, per gli Stati che accedono allo Statuto, la sospensione per sette anni della giurisdizione della Corte per i crimini di guerra.

Qui il testo della legge
Qui il dossier della Camera

Celebrazione di Gioachino Rossini: è legge 

Approvata definitivamente con 276 voti a favore, nessun contrario e 86 astenuti, la legge per la celebrazione dei centocinquanta anni dalla morte di Gioachino Rossini. La legge finanzierà interventi di promozione, diffusione, approfondimento e salvaguardia della conoscenza della vita, dell’opera e dei luoghi legati alla figura di Gioachino Rossini, come convegni, manifestazioni e pubblicazioni ma anche recupero edilizio e restauro conservativo dei luoghi rossiniani.

Qui il testo della legge
Qui il dossier della Camera

In Commissione:

Per riformare la governance di INPS e INAIL

In Commissione Attività produttive sono stata relatrice della proposta di legge sulla modifica dell’ordinamento e della struttura organizzativa dell’INPS e dell’INAIL. La proposta di legge, su cui abbiamo espresso un parere favorevole, interviene sull’organizzazione degli Enti pubblici previdenziali, prevedendo per esempio la reintroduzione del Consiglio di amministrazione e contenendo due deleghe legislative Governo per il riordino degli organi collegiali territoriali di INPS e INAIL.

Qui il testo della proposta di legge
Qui il testo della mia relazione

Sul territorio

Liceo Faravelli di Broni: bene la bonifica, l’impegno non finisce

Ho presentato un’interrogazione alla Ministra dell’istruzione e al Ministro dei trasporti per porre alla loro attenzione la questione del liceo Faravelli di Broni che è stato inserito nella riperimetrazione del Sito d’interesse nazionale (Sin) dell’ex area Fibronit. L’istituto dovrà quindi essere demolito e sarà necessario realizzazione un nuovo edificio scolastico. Al Governo ho chiesto quali misure intenda adottare per garantire agli studenti del liceo Faravelli una sede adeguata alle loro esigenze formative, posto che l’inserimento nel Sin è già un passo avanti.

Appuntamenti per la Giornata Internazionale contro la Violenza contro le donne  

Il 24 novembre, alle ore 21.00, abbiamo tenuto un incontro con la sottosegretaria Sesa Amici per dire  “Basta violenza contro le donne!”, presso la Camera del lavoro di Pavia, in Via Damiano Chiesa, 2:

:
Il 25 novembre ho partecipato: a Pinarolo Po al Consiglio comunale aperto con la Sindaca Cinzia Gazzaniga; a Belgioioso alla posa della panchina rossa con la Sindaca Francesca Rogato; a Pavia alla manifestazione in piazza della Vittoria indetta dalle organizzazioni sindacali con il Sindaco Massimo Depaoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *