e-letter di Chiara Scuvera

Ricucire, per il Paese
“Bisogna ricucire, non sarà facile, ma è la sola strada se vogliamo restituire al paese un segno di riscossa”. Così Gianni Cuperlo alla Conferenza Programmatica Nazionale del PD a Napoli.
Importante “riprendere il discorso”; importante pensare a ciò e chi vogliamo rappresentare; importante aver convenuto sul fatto che, pur essendo il perno del centro-sinistra, il PD non è autosufficiente.

“Niente veti” ha detto Matteo Renzi. Ed è da qui che si deve ripartire, per un centro-sinistra largo, civico e nuovoGianni Cuperlo, il cui intervento è stato applauditissimo dalla platea, soprattutto dai giovani, ha invitato al dialogo con le altre forze della sinistra a partire dalla legge di bilancio: facciamolo davvero.

Qui l’intervento di Gianni Cuperlo
Qui l’intervento d Matteo Renzi

In Aula

Sperimentazione clinica di medicinali e riordino delle professioni sanitarie: approvata la legge

Abbiamo approvato, in prima lettura con 215 voti favorevoli, 114 contrari e 39 astenuti, il disegno di legge recante deleghe al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali, riordino delle professioni sanitarie e dirigenza sanitaria del Ministero della salute.Sulla sperimentazione clinica dei medicinali la legge istituisce il Centro di coordinamento nazionale dei comitati etici territoriali e riduce il numero dei comitati etici territoriali. Agli Ordini delle professioni sanitarie si prevede di aggiungere quelli dei biologi, degli infermieri e delle professioni sanitarie di ostetrica, dei tecnici sanitari di radiologia medica e dei tecnici della riabilitazione e della prevenzione. Si riscrive la procedura per il riconoscimento di nuove professioni sanitarie e si pongono le basi per il riordino della professione dei chimici, dei fisici, dei biologi e degli psicologi.

Viene modificata la disciplina relativa al ruolo della dirigenza sanitaria del Ministero della Salute.

Qui il testo della legge approvata
Qui il dossier del Partito Democratico

Via libera alla delega sulle concessioni demaniali marittime

Successivamente abbiamo approvato, in prima lettura con 173 voti a favore, 82 contrari e 41 astenuti, il disegno di legge sulle concessioni demaniali marittime, lacustri e fluviali a uso turistico-ricreativo, intervenendo su un problema mai risolto dal centro – destra quando era al Governo. Il testo contiene una delega al Governo per riformare la normativa sulle concessioni demaniali così da applicare la direttiva Bolkestein con tutele per le imprese già sul mercato.Si prevederono diverse norme per tutelare gli operatori esistenti con misure per la salvaguardia dell’integrità dell’attività economica e il valore dell’impresa nel caso di subentri di nuovi soggetti. Il Governo viene chiamato a stabilire un periodo transitorio per le concessioni rilasciate entro il 31 dicembre 2009, mentre per gli aspiranti alle nuove concessioni varrà il nuovo regime.

Sempre per tutelare gli operatori, con un ordine del giornoche ho sottoscritto, abbiamo impegnato il Governo alla definizione di un periodo transitorio idoneo alla verifica della scarsità della risorsa nonché all’effettiva tutela del legittimo affidamento delle imprese balneari titolari di concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico e ricreativo, rilasciate anteriormente al 31 dicembre 2009, con la conservazione del diritto alla continuità aziendale nella concessione, al fine di consentire alle imprese (anche a carattere familiare) che operano nel settore la piena ripresa dell’attività.

Qui il testo della legge approvata
Qui il dossier del Partito Democratico
Qui l’ordine del giorno accolto dal Governo

Domini collettivi: ora c’è la legge

Infine abbiamo approvato in via definitiva con 294 voti favorevoli, nessun contrario e 3 astenuti, la proposta di legge sui domini collettivi. La legge pone una definizione giuridica dei domini collettivi e qualifica diverse tipologie di beni come, ad esempio, le terre di originaria proprietà della generalità degli abitanti del territorio di un Comune o di una frazione, imputate o possedute da Comuni, frazioni o associazioni agrarie comunque denominate. Per quanto concerne il regime giuridico dei beni collettivi si prevede, in via generale, inalienabilità, indivisibilità, inusucapibilità, perpetua destinazione agro-silvo-pastorale, sottoposizione a vincolo paesaggistico.Stabilisce che, entro un anno dall’entrata in vigore della legge, nell’ambito del riordino della disciplina delle comunità montane, le Regioni debbano disciplinare con legge le condizioni per poter autorizzare una destinazione dei beni comuni ad attività diverse da quelle agro-silvo-pastorali, le garanzie di partecipazione alla gestione comune dei rappresentanti liberamente scelti dalle famiglie originarie, le forme specifiche di pubblicità dei patrimoni collettivi vincolati, le modalità e i limiti del coordinamento tra organizzazioni, Comuni e Comunità montane.

Qui il testo della legge approvata
Qui il dossier del Partito Democratico

In Commissione:

Registro delle opposizioni per telefonate indesiderate: approvato il parere

In Commissione Politiche dell’Unione Europea abbiamo espresso parere favorevole alla proposta di legge, di cui sono stata relatrice, concernente le nuove disposizioni in materia d’iscrizione e funzionamento del registro delle opposizioni e istituzione di un prefisso unico nazionale per le chiamate telefoniche a scopo promozionale e di ricerche di mercato.

Qui il testo della proposta di legge
Qui il testo della mia relazione
Qui il testo del parere approvato

Al Senato

Approvata in via definitiva la nuova legge elettorale

Il Senato ha approvato in via definitiva, con 214 voti favorevoli, 61 contrari e 2 astenuti, la nuova legge elettorale.
Per gli approfondimenti ecco il testo e il dossier:Qui la legge approvata
Qui il dossier del Partito Democratico

Appuntamenti
 
Giovedì 9 novembre dalle ore 21.00 sarò a TelePavia

Domenica 5 novembre, dalle 14.00 alle 20.00, sarò alla manifestazione “Un’altra città. Istituzioni e Associazioni insieme per i valori dell’antifascismo“, che si terrà in Piazza della Vittoria a Pavia:

Venerdì, 10 novembre, alle ore 21.00, vi invito all’incontro “Piccoli Comuni. Finalmente una legge”, che si terrà ad Albuzzano, presso la Sala Consiliare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *