e-letter di Chiara Scuvera

 

Al via il congresso: per un PD a Sinistra

Come SinistraDem, con altre compagne e compagni, decideremo come stare nel congresso in un’assemblea convocata per sabato 4 marzRoma. Lo faremo in coerenza con le opinioni e battaglie di questi anni guardando a contenuti e valori di una alternativa alla stagione che ci siamo lasciati alle spalle.

“Per quanto riguarda il percorso ancora una volta sono colpito – ha detto Gianni Cuperlo – dalla insufficienza di un segretario, per quanto dimissionario. Era evidente che anche sui tempi della nostra discussione poteva e potrebbe esserci un recupero di fiducia di tanti iscritti, militanti, elettori turbati da una spaccatura che fino all’ultimo non si è voluto evitare”.

In Aula

Mille Proroghe: ok definitivo

Abbiamo approvato in via definitiva e con voto di fiducia la legge di conversione del decreto Milleproroghe. Fra le novità del decreto, approvato con 249 favorevoli, 147 contrari e 3 astenuti, segnalo la proroga della detraibilità al 50% (ai fini Irpef) per l’Iva dovuta sugli acquisti d’immobili ad alta efficienza energetica, la proroga dell’indennità di disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi, l’estensione agli eredi delle prestazioni del Fondo vittime amianto, la proroga di 15 giorni per la trasmissione delle dichiarazioni Ires e Irap, la continuazione dell’integrazione salariale in aree di crisi industriale complessa.

In Commissione Attività Produttive sono stata relatrice del provvedimento, in sede consultiva. Nell’esprimere il parere favorevole, in premessa ho evidenziato i seguenti temi: l’integrazione salariale straordinaria per le imprese operanti in aree di crisi industriali, la normativa per la prevenzione degli incendi, il Commercio ambulante e l’ILVA. In particolare, sul commercio ambulante, ho premesso come in realtà al Senato si sia svolto un buon lavoro, perché si sono conciliate le esigenze dei Comuni che non hanno ancora avviato le procedure di selezione pubblica con quelle degli enti locali che si sono già attivati, come in Lombardia. Al contempo ho auspica la riapertura del dibattito in sede europea sull’applicabilità della direttiva servizi al commercio ambulante. La questione è anche aprire il mercato a giovani e nuovi operatori tutelando i diritti di chi è già in possesso di autorizzazione, spesso microimprese e imprese familiari.

Le manifestazioni violente a cui abbiamo assistito, a causa delle infiltrazioni dell’estrema destra, nelle manifestazioni anti-UBER e anti-Bolkestein, sono da condannare senza se e senza ma. Considero davvero grave che il M5S e altri movimenti di destra abbiano avallato queste manifestazioni, addirittura andando ad esprimere solidarietà. Le categorie hanno espresso tutta la loro distanza con un comunicato congiunto nel quale hanno ribadito che: “Gli ambulanti che oggi, nel corso della manifestazione anti-Bolkestein, si sono resi protagonisti di minacce, lancio d’oggetti e cariche non fanno parte delle nostre associazioni. Noi non abbiamo preso parte in alcun modo all’organizzazione della mobilitazione e ci dissociamo quindi completamente da questa, condannandone con forza i toni e soprattutto gli episodi di violenza. Dobbiamo tutti dire no a questo clima d’odio, che non può che danneggiare il settore, e non solo perché ne lede gravemente l’immagine. Gli ambulanti non sono questo: oggi in piazza abbiamo visto all’opera pochi facinorosi che non rappresentano nessuno. Di certo non rappresentano la maggioranza degli imprenditori in regola per esercitare il commercio su aree pubbliche, e il sospetto che abbiamo è che molti di questi non siano nemmeno veri ambulanti. E cosa ancora più grave parte della politica sembra disposta ad ascoltare, ormai, solo chi grida più forte. E’ impensabile che pochi scalmanati tengano in scacco le istituzioni ed un settore fatto da 200mila imprenditori: l’intervento contenuto nel Milleproroghe non soddisfa completamente nemmeno noi, ma tutela le imprese in regola e garantisce gli imprenditori onesti. Per noi deve essere il punto di partenza per impostare il superamento definitivo della Bolkestein”. 

Qui il testo del provvedimento
Qui il dossier del Partito Democratico

Sul Territorio

Incidenti Raffineria Sannazzaro De’ Burgondi: abbiamo audito Eni 

In Commissione Attività produttive abbiamo ascoltato i rappresentanti di Eni sui recenti incidenti alla raffineria Sannazzaro De’ Burgondi. Nel mio intervento ho espresso tutta la nostra preoccupazione per quanto accaduto. Ho chiesto perché, nonostante le misure di prevenzione descritte e gli investimenti, gli incidenti si siano verificati con frequenza. Ci allarma che proprio in quel territorio sia prevista anche la realizzazione di una grande discarica di cemento-amianto. La nostra priorità è un nuovo modello di sviluppo, per la tutela delle persone e una crescita sana del territorio.

Qui il video dell’audizione (Al minuto 1:14:45 il mio intervento)

Al Senato

Sud: approvate misure urgenti

Il Senato ha approvato definitivamente con 122 favorevoli, 44 contrari e 50 astenuti il decreto sugli interventi urgenti per la coesione sociale e territoriale, con particolare riferimento a situazioni critiche in alcune aree del Mezzogiorno, di cui abbiamo parlato la scorsa settimana.

Qui il testo del provvedimento
Qui il dossier del Partito Democratico

Appuntamenti

Domenica, 26 febbraio, alle ore 10.00, interverrò all’Assemblea pubblica della Categoria dei Commercianti ambulanti, organizzata da Apeca Fiva Unione Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza, presso la sala “Colucci” di Unione Confcommercio, in Corso Venezia 47/49, a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *