e-letter di Chiara Scuvera

OBAMA THANKS

Yes we can, Yes we did. Sono passati ormai quasi dieci anni da quel 10 febbraio del 2007 in cui Barack Obama annunciò al mondo la sua candidatura alla presidenza degli Stati Uniti; e solamente pochi giorni fa il Presidente ha pronunciato il suo discorso di saluto agli americani nella sua Chicago dove tutto ebbe inizio.

Ha detto:   “Ecco perché stasera lascio questo palco più ottimista per il nostro Paese di quanto fossi quando abbiamo cominciato. Perché so che il nostro lavoro non solo ha aiutato molti americani; ha ispirato molti americani, soprattutto i più giovani, a credere che ognuno può fare la differenza, a legarci a un destino più grande del nostro destino individuale. Cari americani, servirvi è stato il più grande onore della mia vita. Non ho intenzione di fermarmi: sarò accanto a voi, da cittadino, per tutti i giorni che mi rimangono. Per adesso, che siate giovani o giovani nel cuore, ho solo un’ultima richiesta per voi. La stessa cosa di otto anni fa, quando vi chiesi di fidarvi di me. Vi chiedo di crederciNon nella mia abilità di cambiare le cose, ma nella vostra”.

Negli otto anni di Amministrazione Obama gli USA sono profondamente cambiati. Dopo una recessione durissima, gli Stati Uniti sono tornati a crescere: 2,2 milioni di posti di lavoro in più; grazie all’Obama Care 20 milioni di persone possono oggi godere di un’assicurazione sanitaria, mentre prima ne erano escluse. Investimenti per l’economia verde, disgelo con Iran e Cubadiritti civili. Certamente non si risollevata quella classe media così impoverita dalla crisi, e alcuni errori sono stati fatti. Ma nel complesso quello di Obama non può che essere definito un buon governo e progressista.

Perché allora, nonostante l’America di Obama sia più giusta, si è verificata la cocente sconfitta dei Democratici alle ultime presidenziali? Solo il frutto di una candidatura sbagliata? Bisognerà riflettere a lungo su questo, su una destra dai connotati nuovi e molto pericolosa.

Intanto grazie Barack Obama, per il cambiamento che hai prodotto e che produrrai.

Qui il video del discorso di Barack Obama

Alla Camera

Una Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e sulle crisi finanziarie

Questa settimana abbiamo discusso ed approvato le mozioni sulla crisi del sistema bancario. Nello specifico abbiamo impegnato il Governo ad assumere ogni iniziativa utile per garantire la massima tutela dei risparmiatori, anche rafforzando il coinvolgimento delle autorità nazionali di vigilanza, la prevenzione e il contrasto delle condotte scorrette da parte degli amministratori degli istituti bancari nazionali, a promuovere nelle sedi europee la revisione al regime del bail-in, a proseguire nell’azione negoziale per ampliare gli spazi di compatibilità con la disciplina europea degli aiuti di Stato e a promuovere la diffusione dell’educazione finanziaria. Per quanto riguarda il sostegno del sistema bancario nazionale l’Esecutivo si è impegnato ad di assicurare un adeguato livello di liquidità del sistema bancario per ripristinare la capacità di finanziamento a medio-lungo termine, a mettere in atto un programma di rafforzamento patrimoniale delle banche italiane mediante interventi per la ricapitalizzazione.

Il Parlamento adotterà ogni iniziativa utile per l’istituzione di una Commissione parlamentare bicamerale d’inchiesta in merito al funzionamento del sistema bancario italiano e ai casi di crisi finanziaria che hanno coinvolto alcuni istituti negli ultimi anni, con particolare riguardo all’individuazione delle eventuali responsabilità degli amministratori, al corretto ed efficace esercizio delle funzioni di vigilanza e controllo, nonché all’analisi delle insolvenze che hanno contribuito a determinare tali crisi.

Qui il la mozione del Partito Democratico

In Commissione

Sosteniamo le grandi potenzialità del Cicloturismo

Questa settimana in riunione congiunta tra Commissione Attività Produttive e Commessione Trasporti abbiamo approvato diverse risoluzioni sulle misure a favore del cicloturismo. Grazie a quella che abbiamo presentato come Partito Democratico abbiamo impegnato il Governo a favorire, sostenere e sviluppare le potenzialità del cicloturismo con attività di promo-commercializzazione che coinvolgano tutta la filiera costituita da Enit, APT regionali, Unioni di prodotto e consorzi. Ma anche a valorizzare l’offerta turistica di prodotti e pacchetti specifici, promuovendo le manifestazioni e gli eventi, a costruire sinergie a livello nazionale con il coordinamento del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, a favorire i processi di digitalizzazione delle informazioni e delle caratteristiche dei percorsi e dei luoghi interessati al cicloturismo, e a effettuare il monitoraggio periodico sullo stato di avanzamento dei lavori dei percorsi ciclabili e dei progetti Bicitalia ed EuroVelo.

Qui la risoluzione del Partito Democratico

Sul territorio

Pensioni: ho incontrato i sindacati dei lavoratori edili

Ho incontrato FeNEAL-UIL Milano-Lodi-PaviaFILCA-CISL Pavia e FILLEA-CGIL Pavia che avanzano la richiesta di abbassare il criterio dei 36 anni di contribuzione per l’accesso all’APE e agli strumenti d’integrazione  del reddito. Nella legge di stabilità si è fatto sicuramente un passo avanti importante sul pensionamento anticipato e sul lavoro usurante. Si deve andare avanti, soprattutto per lavori usuranti come quello edile.
Appuntamenti

Venerdì, 13 gennaio, dalle ore 21.15 alle ore 23.00, potrete seguirmi su Telenova nella trasmissione Linea d’ombra.

Sabato, 14 gennaio, alle ore 21.00, interverrò al teatro di Sannazzaro de’ Burgondi a un incontro con i comitati contro la discarica di cemento-amianto a Ferrera Erbognone.

Domenica, 15 gennaio mattina, parteciperò alla Festa del Ringraziamento degli Agricoltori Landriano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *