e-letter di Chiara Scuvera

fb_image

Morire di parto: ancora oggi, nel 2016. Quanto avvenuto a Catania, dove una giovane donna è morta coi suoi due gemelli in gestazione, lascia sbigottiti. La magistratura verificherà quanto accaduto; intanto, come chiedono Barbara Pollastrini ed Emilia De Biase, occorre urgentemente un’indagine approfondita sull’obiezione di coscienza nel nostro paese e sull’applicazione della legge 194.

 

 

In Aula

Approvata la legge contro il caporalato e contro ogni sfruttamento del lavoro in agricoltura

Abbiamo approvato in via definitiva con 346 voti favorevoli e 25 astenuti le disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo. Si riscrive il reato d’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, che ha incontrato fortissime difficoltà applicative, prevedendo la responsabilità diretta del datore di lavoro e la confisca dei materiali che servirono o furono destinati a commettere il reato e degli eventuali proventi derivanti dalla vendita del prodotto agricolo. Si prevede inoltre che i proventi delle confische ordinate a seguito di sentenza di condanna o di patteggiamento per la fattispecie di reato siano assegnati al Fondo anti-tratta, la cui operatività è estesa anche all’indennizzo delle vittime del reato di caporalato. Infine la legge chiarisce gli indici di sfruttamento e la possibilità di commissariamento dell’azienda, detta disposizioni sulla Rete del lavoro agricolo di qualità e prevede un piano d’interventi a supporto dei lavoratori che svolgono attività stagionale di raccolta dei prodotti agricoli.
Una legge di grande civiltà e giustizia.

Qui il testo della legge
Qui il dossier del Partito Democratico

 

Autorizzazione alla ratifica dell’Accordo di Parigi sul clima: un passo storico

Abbiamo poi approvato in prima lettura con 359 voti favorevoli, nessun contrario e 12 astenuti la legge di ratifica dell’Accordo di Parigi collegato alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici adottato a Parigi lo scorso 12 dicembre 2015. L’obiettivo dell’accordo è quello di stabilizzare le concentrazioni di gas a effetto serra nell’atmosfera a un livello tale da escludere qualsiasi pericolosa interferenza delle attività umane sul sistema climatico. In particolare, i Paesi industrializzati hanno l’obbligo di adottare misure di mitigazione e di comunicare, a intervalli costanti, informazioni dettagliate sulle politiche intraprese, sulle eventuali misure da attuare per il rispetto dei parametri pattuiti e sugli scenari di riduzione. L’obiettivo che ci siamo dati è di approvare il provvedimento, che ora passa all’esame del Senato, prima della riunione della 22esima conferenza del clima che si terrà dal 7 al 18 novembre a Marrakech, in Marocco.

Qui il testo della legge
Qui il testo della convenzione
Qui la dichiarazione di voto finale di Stella Bianchi

 

Una legge per prevenire i maltrattamenti contro minori, anziani e disabili

Infine la Camera ha approvato, in prima lettura con 279 voti favorevoli, 22 contrari e 69 astenuti, una proposta di legge contenente misure per prevenire e contrastare condotte di maltrattamento o di abusoanche di natura psicologicain danno dei minori negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia, delle persone ospitate nelle strutture socio-assistenziali e socio-assistenziali per anziani e delle persone con disabilità, con relativa delega del Governo in materia di formazione del personale. Nel dettaglio, il testo prevede la possibilità di installare in asili e case di cura e riposo sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso con immagini cifrate;l’accesso alle registrazioni è vietato salvo nel caso di notizia di reatoL’installazione avviene previo accordo collettivo e con adeguata segnalazione a tutti i soggetti che accedono nella zona videosorvegliata. Sarà poi il Garante per la privacy a definire, entro 60 giorni, gli adempimenti e le prescrizioni da applicare in relazione alle installazioni. Per quanto riguarda gli asili nido e le scuole dell’infanzia, inoltre, è demandata ad un decreto del ministro dell’Istruzione, previo parere della Conferenza unificata, la definizione delle modalità per assicurare il necessario coinvolgimento della famiglie interessate. Nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali, l’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza è consentito solo nel rispetto della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità e previo consenso degli interessati o dei loro tutori se minorenni o incapaci. Inoltre la pdl contiene anche una delega al Governo in materia di formazione del personale.

Qui il testo della legge
Qui il dossier del Partito Democratico

 

In Commissione Politiche Europee

Minori stranieri non accompagnati: un dovere politico, ma anche morale la legge

In Commissione Politiche dell’Unione Europea sono stata la relatrice in sede consultiva sulla proposta di legge relativa alle Disposizioni in materia di protezione dei minori stranieri non accompagnati. Una legge molto importante e necessaria per dare delle risposte e protezione a migliaia di bambini che ogni giorno giungono in Italia. Basti pensare che da gennaio ad ottobre 2016 oltre 20.000 bambini non accompagnati o separati dai genitori sono arrivati in Italia via mare.
Lunedì saremo in aula per la discussione generale

Qui la mia relazione e il parere favorevole

 

Mobilità nella UE dei lavoratori dei gruppi societari transnazionali: si, ma attenzione per tutti i lavoratori stranieri 

Sono stata relatrice sullo schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2014/66/UE sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei dirigenti, lavoratori specializzati, lavoratori in formazione di Paesi terzi nell’ambito di trasferimenti intra-societari. Nel mio parere ho evidenziato come vada riaperto tutto il capitolo della migrazione economica, consentendo anche a lavoratori che non sono inseriti nel grandi gruppi di operare in Europa.

Qui il parere approvato

 

In commissione Attività Produttive

Per un partenariato economico tra Unione Europea ed Africa Centrale

Sono stata relatrice sulla proposta di legge di ratifica ed esecuzione dell’accordo interinale in vista di un accordo di partenariato economico tra la Comunità europea e i suoi Stati membri, da una parte, e la parte Africa centrale. L’accordo è finalizzato, nell’ambito della politica europea di cooperazione allo sviluppo, al sostegno alla dinamica commerciale fra Unione Europea ed Africa Centrale. La prossima settimana renderò il parere.

Qui il testo della legge
Qui la mia relazione in commissione

 

In Senato

Approvato il decreto per migliorare l’efficienza della Giustizia

Questa settimana, l’Aula ha discusso e approvato in via definitiva e con voto di fiducia la conversione in legge de decreto recante misure urgenti per la definizione del contenzioso presso la Corte di Cassazione, per l’efficienza degli Uffici giudiziari, nonché per la giustizia amministrativa. 

Qui il testo del decreto
Qui il dossier del Partito Democratico

 

Appuntamenti

Oggi, venerdì, 21 ottobre, alle ore 15.00 con Lorenzo Basso incontrerò parti sociali e datoriali, mondo della ricerca e dell’istruzione sul tema “Industria 4.0. Dall’indagine conoscitiva al Piano del governo: quali ricadute sulla provincia di Pavia?”, presso il Collegio Universitario S. Caterina da Siena, in Via San Martino, 17/B, a Pavia.

 

Sabato, 22 ottobre, alle ore 19.15, interverrò sul tema “Essere donna. Tra impegno civile e politico” alla Festa de l’Unità di Gela, che si tiene presso la Villa Comunale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *