Maugeri: bene sblocco stipendi, ora tavolo di crisi al Ministero Salute

La notizia dello sblocco degli stipendi dei lavoratori della Maugeri per i mesi di novembre e dicembre (ma non per le tredicesime) è certamente un primo passo. E’ una buona notizia per le famiglie, ma non è sufficiente. Servono ora certezze sul futuro del centro medico. Solo così, con prospettive serie di sviluppo e di rientro del debito, si potrà capire il destino del polo di eccellenza italiano della sanità, ridotto in questo stato di crisi dalla dissennata politica regionale dell’era formigoniana.

Sono vicina ai lavoratori e alle loro famiglie e credo che la loro battaglia sia la battaglia di tutti noi. Abbiamo bisogno che tutte le Istituzioni insieme si mobilitino, che mettano in atto una strategia condivisa per salvaguardare la Maugeri. Per questo, ho gia’ presentato un’interrogazione sulla ricerca e ne sto preparando una seconda per chiedere l’istituzione di un tavolo di crisi coordinato dal Ministero della Salute. Sappiamo bene che bisognerà far fronte ai milioni di debiti, accumulati non certo per colpa dei lavoratori, ma non possiamo accettare che la Maugeri perda il suo primato in campo sanitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *