Odg su Decreto Scuola: un altro passo per diritto a mense scolastiche

Il Governo ha accolto come raccomandazione l’Ordine del Giorno a mia prima firma, sul Decreto Scuola,  in materia di mense scolastiche. Un buon risultato dopo aver ottenuto risposta dal Ministro Delrio all’ interrogazione che ho presentato in Commissione Affari sociali.

L’Odg mira a “promuovere al più presto iniziative in materia di livelli essenziali delle prestazioni e, nelle more, a svolgere una forte  moral suasion, anche in Conferenza Stato-Regioni, per trovare, rispetto alla questione degli insoluti nelle mense scolastiche , soluzioni diverse dall’esclusione dei minori da un fondamentale momento non solo di alimentazione, ma anche di educazione e di socializzazione”.

L’esclusione di bambini dalla mensa scolastica si è verificata in vari Comuni, ma nel Comune di Vigevano c’è stato il caso più eclatante che ha visto solo nell’anno scolastico 2013-2014 ben  400 bambini esclusi,  mentre nell’anno scolastico 2012-2013 erano  150 i bambini  di cui 84 fino all’anno scolastico precedente avevano avuto diritto alla gratuità della mensa. Particolarmente grave è stata la  vicenda delle cosiddette classi ghetto, riferita alla consumazione di  panini o piatti freddi  in locali appositi riservati agli scolari esclusi.

Peraltro sarebbe interessante valutare gli effetti che sulle finanze locali hanno avuto queste politiche e, in particolare, chiedersi se i Comuni non si stiano privando di risorse che potrebbero entrare applicando delle logiche più flessibili. Naturalmente  serve anche un allentamento del Patto di stabilità, peraltro già oggetto della Legge di stabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *