Sannazzaro-Eni: ecco la risposta del Governo

“Sul caso Sannazzaro de’ Burgondi-Eni SpA il problema è normativo”, afferma Chiara Scuvera, deputata del PD, cofirmataria di un’interrogazione per escludere dal patto di stabilità i contributi che ENI SpA deve corrispondere al comune di Sannazzaro de’ Burgondi per la realizzazione delle opere pubbliche, in particolare connesse a due progetti dell’ENI, e le relative spese.
Infatti, in base all’attuale normativa, non è possibile un’ esclusione delle risorse destinate – precisa Scuvera –, che si dice però fiduciosa e incoraggiata dalla risposta del Sottogretario Giorgetti al question time di ieri in Commissione Bilancio. ”Si fa presente che l’articolo 31 della legge n. 183 del 2011 individua un elenco tassativo di entrate e spese che possono essere escluse dal patto di stabilità interno” ha dichiarato infatti Giorgetti, prospettando l’introduzione di una apposita normativa “ che si faccia carico di individuare contestualmente le risorse destinate a coprire gli effetti peggiorativi che tale esclusione comporta sui saldi di finanza pubblica”. Inoltre il Sottosegretario ha fatto presente che la normativa attuale prevede  “che nell’ambito della manovra di finanza pubblica e in coerenza con gli obiettivi programmatici, agli enti locali possano essere attribuiti, nell’anno 2014, spazi finanziari, a valere sul patto di stabilità interno, per incentivare gli investimenti”.
Spazi per i quali il Governo sta predisponendo gli opportuni provvedimenti che costituiranno il contenuto del disegno di legge di stabilità.

Infine Giorgetti ha evidenziato come il “quadro ordinamentale afferente al patto di stabilità interno prevede diversi strumenti a disposizione della governance regionale, come i patti regionalizzati (patto verticale incentivato, patto regionale verticale e patto regionale orizzontale), tutti finalizzati a mitigare gli obiettivi degli enti locali in difficoltà, senza oneri aggiuntivi a carico della finanza pubblica”.

link all’interrogazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *