Audizione ENI su incidenti Sannazzaro: sono intervenuta per la prevenzione

CHIARA SCUVERA FOTO

Perché, nonostante le misure di prevenzione descritte, si sono verificati frequentemente incidenti alla Eni di Sannazzaro? Come si può pensare di continuare nel progetto di una discarica di amianto in un territorio già così provato per impatto ambientale e a vocazione agricola? E’ quello che ho chiesto durante l’audizione alla Camera ai rappresentanti ENI. Credo che quando una popolazione esprime preoccupazione rispetto al modello di sviluppo che soprattutto Regione Lombardia ha in mente, la politica debba ascoltare. Ad ENI chiedo di investire fortemente nella prevenzione e nel personale, perché l’azienda è strategica per il territorio. A Regione Lombardia di fermare il progetto della discarica a Ferrera Erbognone per costruire un distretto alternativo che punti sull’economia circolare, con una governance locale solida e pragmatica.

e-letter di Chiara Scuvera

 

Giorno del #Ricordo: Europa di pace contro gli orrori del Novecento

Europa di pace contro gli orrori del Novecento: così oggi il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione del Giorno del Ricordo, istituito dalla legge n. 92 del 2004, per conservare e rinnovare la memoria di italiani innocenti, vittime della pulizia etnica, delle foibe, dell’esodo dalle loro terre.


[Continua a leggere…]

Eni Sannazzaro: interrogazione in Commissione per fare chiarezza sugli incidenti

CHIARAVOLTO1

Ho presentato un’interrogazione in Commissione attività produttive perché si chiariscano le cause degli incidenti avvenuti nella raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi e perché si intervenga con azioni concrete per la tutela dei cittadini e dell’ambiente. Sulla vicenda è prevista anche un’audizione di Eni in commissione. In meno di un anno sono diversi gli incidenti verificatisi nello stabilimento, circostanza che ci preoccupa molto, anche per la sicurezza dei lavoratori, per la salute dei cittadini e per l’economia locale, trattandosi di un territorio agricolo.